John Craig Freeman @ Venice Biennial 2011, In Italian

“Guerre per l’acqua: Padiglione occupatore abusivo”
Il progetto delle Guerre per l’acqua anticipa il flusso migratorio verso i Paesi industrializzati da parte dei profughi che lasciano la propria Terra a causa di degrado ambientale, riscaldamento globale e privatizzazione delle riserve di acqua potabile messa in atto da multinazionali come la Bechtel.

L’artista John Craig Freeman, in concomitanza con l’intervento di realtà aumentata (AR-Augmented Reality) realizzato dal collettivo ManifestAR’s per la Biennale di Venezia, ha progettato un intervento di arte pubblica all’interno e nei dintorni dei Giardini e di Piazza San Marco in contemporanea con la Biennale del 2011.

“E pensare che ci sembravano sbagliate le guerre per il petrolio!”

Il progetto consiste in un Padiglione dedicato alle Guerre per l’acqua pensato per artisti emergenti non documentato/occupatori abusivi e profughi di guerre per l’acqua che si evolverà in una bidonville dall’estensione irregolare nel corso dello svolgimento della biennale dal 4 Giugno al 27 Novembre.

Ritorno

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: